Cina Desy Giuffrè

Il ritorno della Rubrica "Oggi si parla di..." !! Sete#1

domenica, maggio 03, 2015Desy Giuffrè


Benvenuti, my beloved! ^^


A casa Holly Girls oggi è un grande giorno… la speciale rubrica intitolata "Oggi si parla di..."  - i più affezionati ricorderanno il suo grande successo grazie ai personaggi di Io sono Heathcliff - riapre i battenti iniziando a parlarvi della protagonista indiscussa di  SETE – Moonlight: 

Sete -alias Julia Jefferson- nonché la sempre citata Figlia della Luna e futura Imperatrice della spietata stirpe dei Senza Sangue, è pronta a svelarvi alcuni segreti che, vi avverto… non dimenticherete facilmente. ;)
Buona lettura! 

Li Bingbing è per Sete  -alias Julia-.
Fan Art realizzata da Cristina Zavettieri


Vorrei presentarmi, ma non posso. Di solito, ci si presenta quando si ha un nome, un’età, un luogo di appartenenza… una vita. Una storia da raccontare. Ecco, io non ho nulla di tutto questo. Il mio volto ha oltrepassato i ricordi del fiume di vite che ho vissuto, -se di vita si può parlare- divenendo infine una sagoma dai contorni indefiniti, uno sbiadito schizzo di emozioni.
Al contrario di me, però, il mio nome ha una sua storia da rivelare: un suo percorso, un suo significato.
Ed è per questo che sono qui, desiderosa di poter dare un senso ad ogni goccia di sangue che ho versato. Che ho bevuto. E con le quali ho brindato alla mia eterna condanna.
Vi presento, dunque, Sete. Colei che cambiò il destino dei Senza Sangue.

Con queste parole, Sete apre le porte del suo mondo per renderci partecipi delle sue incredibili avventure e dei suoi più dolorosi tormenti.
È un vampiro, lo si intuisce facilmente. Ma non un vampiro qualsiasi, non uno dei soliti succhiatori di sangue che ama seminare terrore al calar delle tenebre, tantomeno la versione oramai stereotipata dei nuovi vampiri che pur tanto ci hanno affascinato, ammettiamolo… brillantini compresi. ;)
No. Sete, la Julia di oggi, si distacca dai canoni già citati per divenire icona di una nuova generazione di vampiri che trae origine dall’unione delle note qualità sopracitate, comuni all’elemento “vampiro”, e delle tradizioni che una civiltà antica come quella della Cina può vantare.
Tradizione, fantasia e leggenda saranno i pilastri fondamentali che reggeranno il regno di questa nuova protagonista delle tenebre. 
In Sete scorrono tutti i secoli di Storia che ha vissuto, i ricordi di mille vite lasciate alle spalle. Nonostante si presenti come un giovane personaggio dei giorni d’oggi, per lei sembra essere inevitabile far sì che le sue origini emergano nel corso della narrazione, lì in quei momenti dove il richiamo alla sua prima vita, a quell’esistenza da semplice mortale adesso tanto lontana dal presente, diviene troppo forte e difficile da gestire.
Ma è proprio nei ricordi che risiede ogni verità cercata, le risposte ai tanti quesiti di cui il romanzo intero sarà portavoce.
Chi è Julia? Quale sarà il suo compito? Riuscirà ad unire realtà e leggenda in una storia che racchiude in sé amore e morte? 
Pericolosa seduttrice. Spietata. Vendicativa. Assetata di vita. Quella vita che un’antica profezia potrebbe ridarle, sebbene il prezzo da pagare per riottenerla si rivelerà essere troppo caro.
Ma la nostra Sete è anche insicura. Fragile. Una creatura tanto forte quanto indifesa. In balìa dei suoi sentimenti rimasti sepolti per un tempo che si perde nella memoria, Sete dovrà scontrarsi con i fantasmi di un passato doloroso e mai dimenticato. Un passato che la richiama a sé… senza alcuna pietà.
Ragazza dal temperamento apparentemente pacato, solitario, introverso e privo di quelle frivolezze che riscontra spesso nelle coetanee che la circondano, Sete –Julia- vi conquisterà con i suoi delicati tratti dalla bellezza orientale, il suo essere sincera costi quel che costi, la sua voglia di vivere… a dispetto del suo status attuale.
Un altro aspetto che i “nuovi” vampiri dal fascino orientale ci mostreranno, sono i poteri che questi riescono ad acquisire nel tempo e solo attraverso un duro esercizio, legati perlopiù ad antichissime credenze della loro terra natia.
I Draghi, simbolo per eccellenza, determineranno i poteri speciali di Sete, nonché i tratti della sua personalità.
Una personalità così forte e indipendente che la spinge a lottare contro le truppe nemiche dei Senza Sangue -capitanate da suo padre, Chuang- e dei Cacciatori delle Tenebre -comandate  dal terribile Inayat-, senza l’utilizzo delle armi (le armi, infatti, sono un ulteriore elemento innovativo che ho deciso d’inserire in questa storia, utilizzate dalle milizie di “non morti” appena citate). 

Dalla triste sposa cinese qual’era, oggi Sete si presenta a voi come una vera guerriera pronta a lottare contro tutto e tutti, pur di difendere il suo amore… qualunque esso sia.
A dire il vero, non mi stancherei mai di parlare di Sete e delle caratteristiche che la rendono fuori dagli schemi. Forse perché un po’ mi somiglia? Lascio libero spazio ad ogni interpretazione ;) !!
Non mi resta che salutarvi con una citazione presente all’interno del romanzo, come sarò solita fare ad ogni appuntamento di questa speciale rubrica…

Da ogni germoglio nasce un albero con molte fronde. Ogni fortezza si erige con la posa della prima pietra. Ogni viaggio inizia con un solo passo. (Lao Tzu)

You Might Also Like

1 commenti

  1. Mi incuriosisce un sacco, soprattutto l'ambientazione e questa nuova forma vampiresca *-* sono convinta avrai fatto un ottimo lavoro Desy! :*

    RispondiElimina

"Lo stare insieme è nello stesso tempo per noi essere liberi come nella solitudine, essere contenti come in compagnia."
Emily Brontë

Recent Posts

Siti&Blog Amici

Popular Posts