Bronte Blog Damian Ludeschi

Oggi si parla di... e segnalazioni per Io Sono Heathcliff!

martedì, gennaio 10, 2012Desy Giuffrè

Carissimi lettori,
prima di dedicarmi alla presentazione del secondo appuntamento della rubrica Oggi si parla di… dedicata agli approfondimenti che riguardano i personaggi di Io Sono Heathcliff, sono entusiasta nell’annunciarvi la segnalazione del romanzo presente niente di meno che nel blog inglese "Bronte Blog" dedicato a tutte le informazioni riguardanti le sorelle Bronte:



Potete certamente immaginare l’emozione nel constatare l’attesa che aleggia attorno ad Io Sono Heathcliff, e non vedevo l’ora di condividere con voi tutti una simile gioia!
Ma passiamo adesso al motivo per cui siamo qui, ovvero la scheda dedicata a Damian Ludeschi, protagonista maschile del mio romanzo:

Ebbene sì: il fascino del ladro di strada è sempre stato oggetto di desiderio e apprezzamento femminile. Ed io ho scelto di crearne uno per farne il protagonista maschile di Io Sono Heathcliff.
La seduzione del bello e dannato, il sex appeal di un ragazzo che per vivere ha dovuto prima imparare cosa significhi tastare la fame e le umiliazioni di una gerarchia criminale, è forse ricollegabile allo charme senza tempo di Heathcliff, e al suo modo unico di approcciare con il mondo femminile.
Damian Ludeschi, figlio adottivo della malavita e costretto a sopportare prima un padre stolto e senza midollo, poi uno zio (Alex Ludeschi) ostinato nel volergli rovinare l’esistenza trascinandolo nel suo squallido regno di criminalità e lussuria, nasconde in realtà un animo gentile e dai tratti romantici, pronto all’azione e spinto da un desiderio di rivalsa contro il destino che altri avevano tracciato per lui.
Piercing e tatoo sono il suo passaporto per l’aria da spavaldo che usa destreggiare quando vuole ottenere qualcosa, ma dietro la sua maschera di violenza e dolore, rivelerà la mente sognatrice che anima le sue segrete speranze.
La presenza aleggiante del padre, Tony Ludeschi (personaggio di cui parlerò più ampiamente in seguito) eserciterà un ruolo importantissimo sulle sue scelte, sul carattere che lo tratteggia e sull’insospettata insicurezza che alberga nell’altalena dei suoi desideri.
Giustificabili conflitti interiori fanno della sua giovane vita un fardello troppo pesante da portare sulle spalle, e lo spingeranno a rischiare di perdere tutto a favore del nulla. L’onore, il rispetto per se stesso, l’amicizia, la speranza.
La sua unica salvezza? Una ragazza capricciosa e insolente alla quale si sentirà inspiegabilmente legato sin dal primo istante in cui i due s’incontreranno.
Alterego di Heathcliff, il personaggio di Damian nasce da quella seconda possibilità che ognuno di noi dovrebbe avere, ma che non tutti hanno. I lati oscuri riaffiorano attraverso una serie di eventi dolorosi che, forse, non lasciano via di scampo, ma sono comunque ben alternati dal bene che in Heathcliff troppo spesso sembrava non riuscire a trovar posto.
Un amore impossibile e segnato da una profonda differenza di classe sociale, tenterà stavolta di superare le prove alle quali verrà sottoposto, pur non mancando (proprio come avvenne tra Cathy e Heathcliff) di momenti saturi di sconforto e diffidenza.
Non è ben definibile quale delle due forze scatenatesi in Damian riesca a scuoterlo a tal punto da porsi in sfida contro Alex Ludeschi: la rabbia o il sentimento puro che lo spinge tra le braccia di Elena Ray?
Sulla stessa onda dello zingaro Heathcliff, Damian vorrà emergere dal mondo meschino a cui appartiene, per ottenere il riscatto mai realmente cercato e raggiunto dal padre.
Al contrario del protagonista di Wutering Heights, non sarà però la violenza l’arma di cui si servirà Dam, né la sua sete di vendetta sarà tale da annebbiare il futuro che potrebbe attenderlo: astuzia e coraggio guideranno i passi verso un cammino d’avventura al fianco della donna che imparerà presto ad amare, e per la quale sarebbe felice di rinunciare a tutto, persino alla sua libertà.
Un protagonista maschile moderno e irresistibile, ma dai valori immortali che non guastano affatto e non stancano mai.
Spero non si arrivi a considerare Damian come il riflesso di Heathcliff: non è certo l’ombra dell’antico personaggio ciò che ho cercato di creare, ma una personalità ben distaccata e a volte persino in netto contrasto con questa, che tende a risaltarne tanto le somiglianze, quanto le differenze che legano il passato al presente.
Un animo stupendamente selvaggio che emerge dal caldo asfalto di Roma e domina un intero panorama di suspance, mistero e violenza misto ad attimi di profonda tenerezza e passione.
Se ho deciso di considerare Elena la chiave di Io Sono Heathcliff, posso affermare con certezza che Damian è in grado di assumere il ruolo della porta di accesso alla mia storia: senza lui e i sentimenti che è capace di suscitare in Elena, probabilmente quest’ultima non avrebbe mai ridonato alcun sale alle ossa dell’antenata Cathy e del suo amato Heathcliff.

Siamo giunti alla fine di questo secondo appuntamento, e sia io che Damian vi salutiamo con un suo breve video di presentazione:

Alla prossima!

You Might Also Like

7 commenti

  1. Carissima Desy, sono molto contenta che il tuo romanzo sia stato segnalato nel blog ufficiale inglese delle sorelle Brontë. E' una cosa splendida! :)

    RispondiElimina
  2. Ciao desy,sentivo che il tuo scritto possedeva delle potenzialità notevoli,la segnalazione nel blog ufficiale inglese delle sorelle Bronte mi dà conferma.Complimenti non solo per la notizia ma anche per il tuo secondo personaggio .Quest'ultima sarà una figura che chiamerà la mia attenzione per il suo carattere decisamente forte.Ciao.

    RispondiElimina
  3. Just a small correction. BrontëBlog is not the "official" blog of the Brontës. The closest thing to "official" could be the Brontë Society who also runs a blog (Brontë Parsonage Blog).

    BrontëBlog Team

    RispondiElimina
  4. @M. Thank you for the correct intervention! Already arranged :)

    RispondiElimina
  5. @Daniela e Anonimo, grazie mille per le vostre parole :) Spero vivamente che la lettura dell'intero romanzo possa realizzare ogni vostra aspettativa riguardo esso. Un caro saluto!

    RispondiElimina
  6. Fantastico anche questo personaggio, fantastica la notizia.
    Brava, Desy! I lettori italiani sono fieri di te.

    RispondiElimina
  7. Damian e il suo destino di appartenenza... a Heatchliff, certo, che tramite lui torna a bramare la sua unica, grande passione e a Elena, a cui si vincolerà indissolubilmente. Bello e dannato, scaltro e seducente, capace di ammaliare, circuire e ferire anche, perchè non si darà mai completamente...fino al suo incontro con Elena. Lei sará una droga dolce, gli entrerà in circolo e lo trascinerá nelle profondità celate di se stesso, richiamando l'indole d'amore e di coraggio che a lungo è rimasta in sordina. Lei rappresenterà la parte migliore di sè e viceversa; il desiderio di riconoscimento, di apprezzamento, di riscatto da un'esistenza che fino ad allora lo ha fatto sentire ombra di se stesso. Non c'è Damien senza Elena anche se, grazie al loro amore, la sua esistenza acquisirà l'unicitá che spetta a tutti... Lo amo di giá....

    RispondiElimina

"Lo stare insieme è nello stesso tempo per noi essere liberi come nella solitudine, essere contenti come in compagnia."
Emily Brontë

Recent Posts

Siti&Blog Amici

Popular Posts